giovedì 22 novembre 2012

Tortino salato di patate e tofu

Ricetta di RobyCrea: tortino patate, porri e tofu
Questa sera ho deciso di utilizzare le ultime due patate che avevo in cucina e mi è riuscito un tortino fantastico! Saporito, compatto e vegano! Con pochissimo sale, le erbe danno molto sapore, e con prodotti di stagione.




Ingredienti:
  • 2 patate biologiche
  • 1 porro piccolo
  • 150 gr di tofu al naturale
  • mix di erbe aromatiche
  • 2 cucchiaini di yogurt di soia al naturale
  • olio extra vergine di oliva (oppure olio di girasole spremuto a freddo, oppure olio di colza)
  • 1 pizzico di sale

Procedimento

Lessate le patate ed il porro a pezzi in acqua bollente, non fatele diventare troppo molli, per circa 15 minuti.
Nel frattempo preparate in una ciotola il tofu spezzettato anche solo schiacciandolo con la forchetta, aggiungete le erbe aromatiche ed i 2 cucchiaini di yogurt di soia. 
Scolate le patate ed i porri, passateli al passa verdure ed uniteli al composto di soia. 
Amalgamate bene il tutto (senza aggiunta di sale) ed unite un filo di olio. 
Riscaldate la serpentina del forno, per cui usate la modalità grill (il tortino lo dovrete soltanto dorare superficialmente). Di solito per riscaldarla è necessario che la temperatura del forno sia al massimo.
Mettete il composto in una terrina bassa, schiacciatela con la forchetta per renderla piatta ed uniforme.
Aggiungete un pizzico di sale sulla superficie, ed un filo di olio.
Infornate finchè la superficie sia dorata.
Sfornare e raffreddare 5 minuti prima di tagliarla e servirla.


Buon appetito! ^_^

Se l'esperimento è riuscito anche a te, condividi la tua esperienza scrivendomi un commento per confrontarci o semplicemente per un saluto :-)

Postato da RobyCrea

2 commenti:

  1. Ciao Roby!!! mi piace molto quello che scrivi e della tua sensibilità verso il biologico, la cucina salutare senza carne e il vivere il più sano possibile! Io vivo in campagna, in cascina, nel Monferrato piemontese e sono fortunata: ho l'orto, alberi da frutta, vigna per fare vino barbera... Questo è il vero tesoro della vita, secondo me, vivere nella e con la natura, in semplicità, fare cose autoprodotte da noi come dici anche tu, cose di artigianato, creative....
    Ho visto questa buonissima ricetta e quello che volevo chiederti è del Tofu, questo sconosciuto per me (ma per te no)... al supermercato ne vedo solo di un tipo di marca, non di più, ed è sottovuoto in una bustina di plastica.. a vederlo così non è molto invitante.. tu come lo compri fresco o in plastica? ma soprattutto come lo adoperi in cucina... ? vorrei comprarlo anche perchè non mangio più carne da anni che sostituisco con legumi.... ma vorrei anche sperimentare altro.... da una che se ne intende ^_^....
    Un bacione!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Annalisa! :-)
      Sei fortunatissima ad avere attorno a te tutto quel verde, frutta verdura...e sono fortunata io nel conoscerti meglio ^_^ io attualmente vivo circondata dai monti, ma non ho un mio pezzetto di terra dove poter coltivare..faccio tutto nei vasetti sul balcone.
      Visto che hai molto spazio potresti produrti i germogli di soia (in aprile maggio fino a giugno), sono molto proteici e ricchi di minerali quali potassio, fosforo, sodio e calcio. Il tofu lo potresti produrre tu a casa perché è molto semplice.
      Quando fai il latte di soia ( trovi la ricetta sempre qui sul blog), la poltiglia che ti rimane è l'okara che è sempre utilizzabile in cucina come il tofu, mentre con il latte aggiungendo una polverina di nome nigari, si produce il tofu.
      Tutti i tofu che trovi già pronti nei negozi li vendono in bustine sottovuoto di plastica, non sono molto invitanti, ma per provare vanno bene. :-) io ultimamente compro quello con le erbe provenzali, ma ora che ci penso è meglio se lo compro naturale e le erbe le aggiungo io! Non trovo la polverina nigari, altrimenti il tofu lo farei in casa.
      Ricorda che la soia, come ogni altro alimento, non va mangiata molto spesso perché la soia contiene grandi quantità di tossine o "anti-nutrienti" naturali...ecco il motivo della sua diffusione anche nei supermercati...la inseriscono dappertutto, ovviamente per farci ammalare.
      Un abbraccio!!!

      Elimina

I vostri commenti fanno crescere il blog :)
Sono felice di leggere i vostri commenti. Una risposta la riservo a tutti e nel caso aveste un blog, saro' felice di far una scappatina e lascrvi un commento.

Cerca nell'Ecoblog