domenica 24 settembre 2017

Sapori e ricordi dedicati al nonno - i Pasticciotti


La festa dedicata ai nonni e' per noi un momento speciale in famiglia.


I miei nonni non ho potuto viverli. Quando sono nata, tre di loro erano gia' andati in un altro viaggio, mentre l'unica nonna rimasta l'ho vista 7/8 volte in tutta la mia vita e non ho potuto sentire quel calore che possono trasmetterti i nonni...nemmeno l'ho capito fino a quando i nonni li hanno avuti i miei figli.
Nonni presenti, nonni che danno quell'affetto pacato e maturo da cui io apprendo e i miei figli ricevono con il cuore.
Nonni amati, nonni vissuti di affetto infantile.

L'unico nonno ad aver gia' preso un'altra strada e' mio padre, che se ne' andato quando mio figlio grande aveva 3 anni circa.
Lui lo ricorda bene, ricorda le parole buffe in dialetto salentino, ricorda come giocavano a palla ...lo vede nei gatti che passano davanti a lui, si fermano e lo guardano.

Ci sono cose che non dimentico mai e che a mio padre piacevano , sono i piatti culinari salentini.
Dai rustici, alle frise con pomodoro fresco e olio d'oliva, le pettole, le pucce (panini con olive nere che mia madre ha fatto di recente e potete vedere sul mio profilo Instagram).
I Bocconotti avevano un posto speciale nei suoi ricordi di infanzia e mia madre glieli ha spesso preparati...li finiva quasi tutti lui!

Avrei voluto personalizzare al massimo questi dolci per renderli piu' salutari ma mio padre non avrebbe apprezzato i miei intrugli 😁 per cui li lascio praparare a mia madre e lei mi ha dato la ricetta che segue.

La ricetta tradizionale prevede strutto o burro, ma un tempo questi due ingredienti erano rari nelle cucine delle famiglie salentine , allora i dolci si preparavano con olio d'oliva che (fortuna loro) avevano sempre a disposizione quasi come l'acqua.


Pasticciotti Pugliesi

🍠 Ingredienti


Per l'impasto

  •  300gr farina 00
  •  2 uova
  • 180gr di zucchero
  • scorza di un limone
  • mezzo bicchiere di olio d'oliva
  • 1 cucchiaino di lievito
Per la crema
  • 1/2 litro di latte 
  • 3 cucchiai di zucchero
  • 2 cucchiai di farina
  • 1/2 stecca di vaniglia
In superficie
  • albume di un uovo 
  • zucchero 

🍪Procedimento


Mettere  in una terrina tutti gli ingredienti dell'impasto e impastare fino a formare una palla compatta e omogenea.
Metterla in frigo e farla riposare mentre facciamo la crema.
In un pentolino, a fuoco basso, mettere una piccola parte del latte, zucchero, farina e vaniglia e amalgamare con una frusta in modo che non si formino grumi.
Aggiungere tutto il latte e continuare a mescolare fino a quando si addensa.
Spegnere il fornello e lasciar raffreddare la crema soltanto quando rimarra' attaccata al cucchiaio.
Riprendere l'impasto e stenderlo col mattarello su carta da forno.
Tagliare dei rettangoli grandi circa come gli stampini (quelli tipici sono ovali e lisci, potete utilizzarli anche tondi ) e disporre il rettangolo di impasto nello stampino eliminando quello che sborda.
Riempire con la crema e disporre un altro rettangolo di impasto sopra alla crema.
Spennelare la superficie con l'albume d'uovo e spargere dello zucchero.
Infornare a 180gradi a forno ventilato per 30 min.


Con questo ricordo partecipo all'iniziativa del gruppo The Creative Factory che per l'occasione ha preparato dei progetti creativi da cui potete trarre ispirazione per i vostri regali ai nonni.




8 commenti:

  1. Wow... devono essere favolosi. Li proverò sicuramente.
    Un bacio
    Licia

    RispondiElimina
  2. no beh.. uno spettacolo per gli occhi! Immagno come possano essere per il palato.
    Sinceramente non conoscevo questi dolci, ma qppena arrivata alla foto in cui si vede la crema mi è caduta la bavetta sulla tastiera.

    RispondiElimina
  3. Devono essere buonissimi e conoscendo la golosità di mio padre li apprezzerebbe sicuramente, mi sa che glieli preparo... Grazie della ricetta!

    RispondiElimina
  4. Che meraviglia! Non lo ho mai assaggiati anche se ne ho sentito parlare un sacco! Li proverò!

    RispondiElimina
  5. Che spettacolo! Li ho assaggiati in Salento e solo a guardarli mi fai venire fame! Pagina già messa nei miei bookmark per ritrovare subito questo goloseria.

    Grazie della ricetta
    Flavia

    RispondiElimina
  6. Grazie ragazze, siete molto gentili :) passo i complimenti a mia madre
    Roby

    RispondiElimina
  7. Io di nonni ne ho vissuti due. Il nonno materno, con un carattere troppo particolare e poco adatto ad un nonno. E la nonna materna, una seconda mamma, una donna speciale che porterò per sempre nel cuore. Questi biscotti un po' me la ricordano, sono semplici e buoni al tempo stesso. Grazie per la ricetta! 😍
    Valentina

    RispondiElimina
  8. Caspita, questi non li conoscevo proprio!
    Devono essere buonissimi!
    Grazie per la ricetta
    Ciao
    Norma

    RispondiElimina

I vostri commenti fanno crescere il blog :)
Sono felice di leggere i vostri commenti. Una risposta la riservo a tutti e nel caso aveste un blog, saro' felice di far una scappatina e lascrvi un commento.

Cerca nell'Ecoblog