venerdì 21 luglio 2017

Il finocchio - le foglie, l'ortaggio, le radici

fonte foto pixabay

Quest'anno il mio orto e' in un terreno ricco di sostanze nutritive.
E' rimasto incolto per diversi anni e la lavorazione del terreno e' iniziata quest'inverno , tirando via le "erbacce", larve di maggiolini, piante secche ...insomma un gran lavoro.
Ho voluto provare assieme a mia madre a coltivare differenti ortaggi tra cui i finocchi.
Essendo la prima volta e non documentandomi sulla coltivazione sono venuti maluccio, per niente mangiabili a crudo  perche' troppo duri.

Controllate sempre la provenienza della verdura e della frutta che acquistate, i finocchi, in particolare sono coltivati in zone nocive e per questo va controllata sempre la provenienza sull'etichetta o chiedendo al personale di vendita.
Vediamo come utilizzare tutte le sue parti in cucina.

Il finocchio


Consigliato per vari motivi e' ottimo come ortaggio da fine pasto per via delle sue qualita' digestive,  ha pochissime calorie, pochi grassi e tante fibre e vitamine in particolare la vit.A, C, B.
Il finocchio è molto ricco di sali minerali, soprattutto potassio, calcio e fosforo, utili per rinforzare le ossa e per prevenire crampi e stanchezza.
Contiene una buona quantita' di fitoestrogeni che nelle donne sono utili in quanto equilibrano naturalmente i livelli degli ormoni femminili, aumenta la produzione di latte materno, attenua i dolori derivanti dal ciclo mestruale e quelli della menopausa.
E' un ortaggio che aiuta a drenare, stimola l'appetito e disintossica.

Possiamo farlo a fette e rosolarlo in padella con delle erbe aromatiche e se preferite una spolverata di parmigiano.
Cotti al vapore assieme ad altre verdure come le carote e la zucchina aggiungendo anche le patate, possiamo creare un'insalata di patate all'aroma di finocchio.
Di seguito vediamo come cucinare anche le foglie.

Le radici

Le radici sono ottime utilizzate per fare un dissetante e diuretico decotto.
E' molto gradevole da bere rispetto al super drenante decotto di piccioli delle ciliegie  ed assieme ad altre erbe possiamo creare decotti dissetanti e sempre differenti.


Per esempio un decotto di menta e radici di finocchio ha quel gusto gradevole e rinfrescante.
Possiamo aggiungere anche delle foglie di finocchio.
In alternativa un decotto amaro con finocchio e foglie esterne del carciofo purifica e drena (da fare a in inverno, quando e' stagione di carciofi), radici di altro tipo da aggiungere a quelle del finocchio come lo zenzero con il suo sapore pungente oppure un decotto di radici di finocchio con limone spremuto e' ottimo da bere al mattino prima della colazione.

fonte foto pixabay

Le foglie


I miei finocchi avevano tantissime foglie e sono riuscita a utilizzarle in differenti ricette.
Il modo piu' semplice e' cuocerle con pochissima acqua con altre verdure di campo come il tarassaco e le foglie della barbabietola , condirle con olio e limone e mangiarle fredde in estate, calde in inverno.


Un altro utilizzo e' quello aromatico, sminuzzando le foglie possono condire le verdure alla griglia assieme alla menta secca e basilico fresco.


Una ricetta davvero particolare la possiamo attonere creando un pesto con l'ingrediente principale, che e' appunto costituito dalle foglie.


Possiamo creare un pesto buonissimo, fresco dal sapore del finocchio appunto con le foglie, sul sito mammaguru trovate la ricetta ➾ Pesto alle foglie di finocchio


I frutti (comunemente chiamati semi)


I semi sono comunemente utilizzati per ricette salate, ad esempio nei taralli, perche' danno quel sapore fresco che caratterizza l'impasto cotto.
Grazie alle proprieta' dei semi che contrastano i processi fermentativi che avvengono nell'intestino crasso aiutando a digerire ed eliminare l'aria che si accumula nell stomaco, l'infuso di questi e' un rimedio naturale perfetto.
L'infuso di semi di finocchio aiuta anche i neonati che (come so bene!!!) spesso hanno coliche gassose. Voi mamme e piccoli, bevete un'infuso di melissa e semi di finocchio e le coliche daranno spazio al sonno.







6 commenti:

  1. Ciao!Il tuo blog mi piace molto ed ed anche la filosofia che ci sta dietro.
    Per quanto riguarda il finocchio lo uso tantissimo in cucina �� uso sia i semi e anche le foglie per insaporire i piatti di pesce.
    Devo assolutamente provare questo pesto!!��

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Cioccolatoeliquirizia!
      Grazie per essere passata/o , provarlo e ne sarai entusiasta!
      Roby

      Elimina
  2. que maravilhoso post!!
    quem tem horta sabe o trabalho que dá não é mesmo?
    tenho minha horta e ervas daninhas dão mesmo um trabalho imenso.
    maravilhosas receitas com a erva doce, o finocchio.
    muitas felicidades e um feliz fim de semana.
    :o)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie infinite Eliane, sei molto gentile :)
      Un abbraccio
      Roby

      Elimina
  3. Devo provare anch'io questo pesto...grazie per la dritta :)
    Io con le foglie faccio una vellutata con aggiunta di patate e una cipolla...molto delicata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Luisa, grazie per il suggerimento!
      Ai prossimi finocchi provo la tua ricetta, penso possa piacere anche ai miei bimbi!
      Roby

      Elimina

I vostri commenti fanno crescere il blog _/\_
Vi sono grata dei commenti che mi lasciate, saro' felice di ricambiare passando dai vostri blog .
Roby

Cerca nell'Ecoblog